Newsletter

NEWSLETTER

NEWSLETTER 8 MARZO, 2014

Riprendono gli incontri di meditazione secondo le due metodologie già sperimentate negli anni passati. Questo il calendario del primo semestre 2014.

 

 

Sat-sang

(condivisione dell’essere)

con Mauro Bergonzi

Chi sono io? Che cos’è la realtà? Qual è il significato del vivere e del morire? Che

cos’è la coscienza? Come sorge l’esperienza di un ‘io’ individuale?

Questi incontri rappresentano un’occasione per esplorare secondo una prospettiva

non dualista e non confessionale, nella concretezza della propria esperienza immediata

libera da ogni dogma autoritario, il ‘senso’ e il ‘nonsenso’ della meditazione e della ricerca

spirituale, alla luce del misterioso ‘sguardo’ con cui la coscienza apre l’orizzonte di ciò che

chiamiamo ‘realtà’.

Lo spirito del sat-sang o ‘condivisione dell’essere’ è unicamente questo:

un’occasione d’incontro da cui possa emergere una qualche ‘risonanza’ di quello sfondo

costante e misterioso alla radice della nostra identità, di quella presenza non duale in cui

appaiono e scompaiono tutte le esperienze che chiamiamo ‘la nostra vita’.

Il seminario è aperto a tutti, sia a chi già possieda una pratica meditativa, sia a chi

non ne abbia alcuna precedente esperienza.

Mauro Bergonzi, Docente di Religioni e Filosofie dell’India e ricercatore presso il Dipartimento di Studi Asiatici dell’Istituto Universitario Orientale di Napoli. Socio ordinario della Società Italiana di Psicologia della

Religione (S.I.P.R.) e membro ordinario della Associazione Italiana di Psicologia Analitica (A.I.P.A.). E’ docente presso la Scuola di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini dove insegna “Buddhismo I” e “Psicologia transpersonale I”.

La sua attività di ricerca scientifica si è soprattutto focalizzata sulle seguenti aree: studi storico-filologici sulle tecniche e sugli stati meditativi nel buddhismo indiano, con particolare riferimento al Canone Pāli;

studi sull’incontro fra Oriente religioso e Occidente contemporaneo; studi sulla psicologia della religione e del misticismo, con particolare riferimento a buddhismo, yoga evedānta; studi comparati fra sistemi psicointegrativi orientali e psicologia occidentale.

30 marzo ore 10,30 – 12,30

4 maggio ore 14,30 – 16,30

1 giugno ore 10,30 – 12,30

Quota di partecipazione per ogni singolo incontro: € 20,00

 

Lezioni propedeutiche di meditazione Vipassana

La  meditazione Vipassana è una delle principali forme di meditazione  buddhista, detta in inglese insight meditation.

Insegnata dal Buddha nel Discorso sui fondamenti della presenza mentale (Satipatthanasutta), la meditazione Vipassana  sviluppa la massima consapevolezza di tutti gli stimoli sensoriali e mentali, allo scopo di coglierne la reale natura per incamminarsi verso la liberazione. Attraverso il corpo e la mente è possibile scoprire, con una visione attenta, la verità del mondo fenomenico e la via che porta al suo superamento.

Le lezioni puntano alla formazione e all’apprendimento della tecnica attraverso un insegnamento sia teorico che pratico. Si inizia da un insegnamento graduale formativo dove si acquisiscono le nozioni fondamentali per accedere alla pratica Vipassana.

Il percorso prevede in primis un approccio alla meditazione di poche ore, questo permetterà di arrivare all'incremento del grado di difficoltà, cambiando la struttura in percorso meditativo propedeutico di lungo periodo, con specifiche sempre più complesse.

I partecipanti potranno così testare la propria adattabilità e solo attraverso questo riscontro l'insegnante procederà nella tecnica.

 

Il corso si propone di preparare i partecipanti ad una visione profonda così come da secoli il suo insegnamento aspira.

 

Gli incontri saranno guidati da Franco Collodet

Insegna religione cattolica presso l’Istituto Nautico di Ancona; si è dedicato allo studio del pensiero e delle dottrine orientali con particolare attenzione alle pratiche meditative.

Ha ricevuto l’ordinazione a monaco buddhista della corrente Therawada presso il monastero di Wat Mahadhatu a Bangkok nel novembre 2002. Nel percorso da monaco, dopo l’ordinazione, si è dedicato alla pratica meditativa ed ha ricevuto gli insegnamenti direttamente dal maestro Ajahn nel monastero Wat Chom Thong di Chiang Mai e gli insegnamenti della Scuola di Ajahn Chah nel monastero Wat Pah Nanachat di Ubon Thani in Thailandia.

La proposta

Nel corso del 2014 sono previsti due appuntamenti (primavera e autunno). Il primo appuntamento è fissato per domenica 11 maggio  ore 10 – 16 . Com'è noto la meditazione Vipassana viene insegnata in modo gratuito, tuttavia, per essere in linea con gli altri insegnamenti della Scuola viene richiesto un donativo indicativo di 40 €, che coprirà la spese per il pranzo vegetariano e, la restante somma, devoluta in beneficenza alla "Mensa del Povero" di Ancona tramite versamento postale ponendo come mittenti i nomi dei praticanti di Vipassana.  Numero massimo di partecipanti: 15.

 

Per informazioni ed iscrizioni

Giovanni Ceccarelli: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; 346/5006345

Istituto di Scienze dell’Uomo – Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa