Newsletter

Comunicato stampa
Oggetto: Comunicato stampa
Data invio: 2014-06-23 08:27:08
Invio #: 17
Contenuto:

DUE GIORNI “CON JEAN-LUC NANCY”

IL 30 GIUGNO E IL PRIMO LUGLIO È ATTESA A RIMINI

UNA DELLE FIGURE PIÙ INTERESSANTI DELLO SCENARIO FILOSOFICO CONTEMPORANEO

 

Il 30 giugno e il primo luglio prossimi Rimini avrà il privilegio di incontrare Jean-Luc Nancy, tra i più grandi filosofi viventi, compagno di strada di Jacques Derrida.

Jean-Luc Nancy ha infatti accolto l’invito rivoltogli dall’Istituto di Scienze dell’Uomo, col patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini e in collaborazione con la Biblioteca Civica Gambalunga, promettendo una visita che risponde alla sua vocazione di «incontro con e di apertura all'altro» e scegliendo di essere “tra noi” in modo non istituzionale. Non ci saranno perciò “conferenze” pubbliche ma preziose occasioni di condivisione e di dialogo.

 

Gli appuntamenti tra la “comunità di lettori” di Jean-Luc Nancy e il filosofo saranno due, aperti a tutti fino a esaurimento posti e introdotti da Roberto Borghesi, che di Nancy ha tradotto L’adorazione e Verità della democrazia (Cronopio) e con Costanza Tabacco Prendere la parola (Moretti & Vitali). Entrambi si svolgeranno a partire dalle ore 17.00 nelle Sale Antiche della Biblioteca Gambalunga. Lunedì 30 giugno alla conversazione parteciperanno docenti e ricercatori di alcune Università italiane, martedì primo luglio il dialogo sarà animato dai partecipanti ai “Caffè filosofici” condotti da Roberto Borghesi.

 

A questi dialoghi seguiranno due momenti di spettacolo:

 

  • Lunedì 30 giugno alle 21 al Teatro degli Atti andrà in scena “Un quadro per Friedrich. Il viandante e la sua ombra”, atto unico con Marco Giorgi ispirato al libro “Nietzsche. Per una filosofia della grandezza”, di Roberto Borghesi. Adattamento teatrale, scene e regia sono di Roberto Sardo.

 

  • Martedì 1 luglio alla Sala Pamphili Complesso Degli Agostiniani, sempre alle 21, sarà la volta di “L’Adorazione. Il canto dei corpi”, una coreografia di Claudio Gasparotto germinata dal pensiero di Jean-Luc Nancy, che coinvolge Fabio Mina e Emiliano Battistini per la composizione e l’esecuzione musicale dal vivo, e Franco Pozzi per l’impianto scenico. L’ingresso a L’Adorazione è libero e gratuito.

 

JEAN-LUC NANCY è sicuramente una delle figure più interessanti sullo scenario filosofico immediatamente successivo a Lévinas, Foucault, Derrida e Deleuze. Per sottolineare l’importanza di questa “figura di classico vivente” (Marco Vozza), Derrida gli ha dedicato un voluminoso libro (Le toucher. Jean-Luc Nancy, 2000) e, nel corso del 2002, il Collège International de Filosofie ha in suo onore organizzato un convegno intitolato Sens en tous sens (Il senso in tutti i sensi). Nancy insegna dal 1960 presso l’Universitè Marc Bloch di Strasburgo ed è stato anche invitato e distaccato per l’insegnamento presso le Università di Berlino, San Diego, Berkeley e Irvine. Tra le sue numerose pubblicazioni: La comunità inoperosa (Cronopio, 1992), L’esperienza della libertà (Einaudi, 2000), Corpus (Cronopio, 2001), Essere singolare plurale (Einaudi, 2001), La dischiusura (Decostruzione del cristianesimo. Vol. 1) (Cronopio, 2007), L'adorazione (Decostruzione del cristianesimo. Vol. 2), (Cronopio, 2012).

Per informazioni: Istituto di Scienze dell’Uomo - tel./ fax 0541 50555 mail: isur@libero.it;



Allegati: Nancy 1.doc